Questo sito potrebbe utilizzare cookie tecnici per migliorarne la fruizione dei contenuti. Se si continua a utilizzare questo sito si suppone che si accettino queste condizioni.

 

PSICOLOGIA e PSICOTERAPIA


Lo Studio Medico Orizzonti offre un servizio di diagnosi e trattamento dei principali disturbi psicologici svolgendo percorsi di psicoterapia cognitivo-comportamentale rivolti sia all’età evolutiva sia all’età adulta e EMDR.
 

Dott.ssa Gloria GALLIANO
Psicologa Psicoterapeuta cognitivo-comportamentale e EMDR


Recapito telefonico: 3332657523
Indirizzo e-mail: gloria_galliano@libero.it

 



curriculum
[ formato pdf* ]

 

AMBITI DI INTERVENTO TRATTATI IN QUESTA SEZIONE

 

ETA' ADULTA

Disturbi d'ansia (preoccupazioni o ansia generalizzate, attacchi
  di panico, agorafobia, fobie specifiche, ansia sociale,
  ipocondria, disturbo ossessivo-compulsivo)

Problemi depressivi

Stress, insonnia e disturbi psicosomatici

Disturbi alimentari (anoressia, bulimia, obesità)

Problematiche di coppia o sessuali

Problematiche familiari e genitoriali

Difficoltà relazionali/affettive

Lutti

Eventi traumatici

 

ETA' EVOLUTIVA

Disturbi dell'apprendimento (dislessia, scrittura e calcolo)

Disturbi del comportamento (iperattività, aggressività,
   deficit di attenzione)

Disturbi d'ansia (ansia generalizzata, fobie specifiche,
   ansia scolare, ansia da separazione dalle figure genitoriali,
   mutismo selettivo)

Tic e balbuzie

Disturbi dell'evacuazione (enuresi, encopresi)

Percorsi di alfabetizzazione emozionale
   (riguardo a problematiche affettive e relazionali)

Percorsi per i genitori (riguardo strategie educative
   e gestione di problemi comportamentali)

Separazione, adozione, affido

Lutti, perdite, eventi traumatici

Handica e disabilità

Consulenza psicologica in eta' adulta
Brochure formato pdf*

 

Consulenza psicologica in eta' evolutiva
Brochure formato pdf*


torna su

METODI UTILIZZATI

1. PSICOTERAPIA COGNITIVO-COMPORTAMENTALE
Dai suoi inizi negli anni '50 ad oggi, la psicoterapia cognitivo-comportamentale (TCC) ha come base un approccio sperimentale; ciò significa una verifica costante dei risultati ottenuti ed un controllo sulla validità delle sue tecniche.
La TCC è una terapia strutturata, direttiva, di breve durata e orientata al presente. Essa è finalizzata a modificare i pensieri distorti, le emozioni disfunzionali e i comportamenti disadattivi attraverso un approccio educativo che mira a trasferire abilità alla persona.
Sulla base di numerosi studi e ricerche che ne hanno dimostrato l’efficacia, la TCC è attualmente riconosciuta dalla comunità scientifica internazionale e dall'Organizzazione Mondiale della Sanità come terapia preferenziale per la maggior parte dei disturbi emozionali e comportamentali, in particolare i disturbi d’ansia, i disturbi dell’umore e i disturbi psicosomatici.

Come funziona?

Terapia del “pensiero” (cognitiva):
aiuta la persona a comprendere come pensieri, convinzioni e credenze contribuiscano spesso a creare una visione distorta di ciò che gli sta accadendo con conseguenti emozioni negative, come ansia, tristezza e rabbia; si insegna quindi alla persona a modificare il suo dialogo interno, ossia il modo in cui parla a se stessa, trasformando i pensieri disfunzionali in pensieri più realistici e funzionali.

Terapia del “comportamento” (comportamentale):
consiste nell’insegnare alla persona diverse tecniche per aumentare o acquisire comportamenti positivi che favoriscono una migliore qualità di vita e per diminuire o eliminare comportamenti negativi che creano disagio.

Terapia delle “sensazioni” (fisiologica):
consente di ridurre i sintomi fisici e neurovegetativi correlati a stress, ansia e depressione come tachicardia, tensioni muscolari, disturbi digestivi, sudorazione e oppressione respiratoria attraverso specifiche tecniche, quali il Rilassamento Muscolare Progressivo di Jacobson, il Training Autogeno e il Biofeedback.


torna su

2. EMDR: Desensibilizzazione e Rielaborazione con Movimenti Oculari
L’EMDR è una terapia a base fisiologica per affrontare i problemi emotivi causati da eventi di vita disturbanti che vanno da veri traumi come incidenti, aggressioni e lutti ad esperienze negative. Rielaborando i ricordi passati si riduce notevolmente e in tempi brevi la sintomatologia del presente e si modificano le convinzioni negative su di sé. La ricerca scientifica ne ha dimostrato l’efficacia nel trattamento dello stress traumatico.

 

torna su

3. BIOFEEDBACK
E’ una procedura clinica che, con l’ausilio di un’apparecchiatura elettronica, consiste nel fornire alla persona un feedback relativo ad alcune sue funzioni psicofisiologiche correlate allo stress (es. frequenza cardiaca).
Dopo aver valutato il livello iniziale di stress, si effettua un Training in cui la persona, ricevendo un feedback (visivo oppure musicale), impara a regolare funzioni biologiche che normalmente non sono sotto il controllo volontario (es. apprende ad abbassare il battito cardiaco).
Tale tecnica consente di rilassarsi e aiuta a superare problemi legati a stati di ansia e disturbi psicosomatici.

 

torna su

4. RILASSAMENTO MUSCOLARE PROGRESSIVO DI JACOBSON
Rilassamento e stress sono inconciliabili: non possiamo sentirci ansiosi e rilassati nello stesso momento perciò, imparando delle tecniche di rilassamento, acquisiremo uno strumento prezioso per gestire lo stress.
Il rilassamento muscolare progressivo di Jacobson si basa su un semplice principio: visto che l’ansia crea tensioni muscolari, scopo del training è imparare a riconoscere e ad attenuare tali tensioni per migliorare il benessere fisico e mentale.
Il training si articola in sei incontri: i primi quattro dedicati al rilassamento dei vari distretti muscolari e gli ultimi due dedicati invece all’applicazione delle tecniche apprese alle situazioni reali stressanti.

Lo scopo è far acquisire alla persona questo metodo in modo che sia poi in grado di applicarlo in modo autonomo nella vita quotidiana, in particolare nelle situazioni in cui abitualmente sperimenta maggiore stress (es. sul lavoro, in famiglia).
Questa tecnica può essere utile a chiunque voglia acquisire un valido strumento per fronteggiare meglio le sfide e gli stress a cui la vita quotidianamente ci sottopone ed è inoltre un aiuto efficace per chi soffre di disturbi d’ansia, insonnia e disturbi psicosomatici.


torna su

5. TRAINING AUTOGENO
Il Training Autogeno (ovvero “allenamento che si genera da sé”) è un metodo, ideato dal neurologo tedesco J.H.Shultz, che consiste nell’apprendere gradualmente una sequenza di esercizi di rilassamento basati sulla concentrazione passiva: si osserva quanto avviene spontaneamente nel proprio organismo, senza forzature e senza giudizio sul risultato. Fin da principio del training si favorisce l’autogenicità nel produrre le risposte agli esercizi senza creare dipendenza dal trainer o da una voce guida, in modo che la persona sia poi in grado di rilassarsi in modo autonomo.
Il corso si articola in sette incontri: la calma, la pesantezza, il calore, il respiro, il cuore, il plesso solare e la fronte fresca.
Il Training Autogeno è un metodo alla portata di tutti. In ambito clinico è indicato per il trattamento di insonnia, problemi d’ansia e disturbi psicosomatici; in assenza invece di disturbi psichici o fisici, è uno strumento utile per migliorare il proprio stato di benessere, infatti induce calma ed autocontrollo, consente di scaricare stress e tensioni, aiuta a superare la stanchezza e a recuperare le energie (equivale a circa 2 ore di sonno), favorisce le capacità di concentrazione quindi migliora le prestazioni mentali nello studio e nel lavoro, agevola la gestione delle emozioni negative eccessive.

Brochure tecniche di rilassamento formato pdf 

torna su

 

6. PET THERAPY
In America negli anni ’60 un neuropsichiatra infantile, Levinson, scoprì inaspettatamente le potenzialità terapeutiche insite nella relazione con l’animale grazie ad un suo paziente, un bambino autistico grave, che era incapace di sviluppare qualsiasi tipo di relazione con il mondo esterno. Un giorno per caso il cane del dottore entra nello studio e il bambino mostra un inatteso interesse ed esprime il suo primo desiderio: tornare per rivedere il cane; Levinson ha così potuto utilizzare la relazione che il bambino aveva creato con il cane per entrare in contatto con lui e proseguire la terapia.

Nel lavoro con i bambini, la psicoterapeuta si avvale della collaborazione di un cane “co-terapeuta”, opportunamente formato, che aiuta a rendere le sedute più divertenti e coinvolgenti favorendo il raggiungimento degli obiettivi terapeutici.

Per saperne di più:
- protocollo di intervento per migliorare le capacita’ attentive e di autocontrollo nei bambini disattenti, iperattivi o impulsivi
- protocollo di intervento per trasferire abilita’ di fronteggiamento a bambini con disturbi d’ansia o fragilita’ emotive
 

>  "co-terapeuta" LUNA > Curriculum*

 

IL CENTRO MEDICO

OCULISTICA

PSICOLOGIA

Ambiti d'intervento

Metodi

F.A.Q.

ALTRE SPECIALIZZAZIONI

 

* PDF - ISTRUZIONI

I Curriculum sono in formato pdf.
Per visualizzarli verificate che sul vostro computer sia istallato il software Adobe® Reader®. Nel caso non fosse presente è scaricabile GRATUITAMENTE dal sito di Adobe® cliccando sul bottone sottostante.

torna su

   
 

IL CENTRO

 

OCULISTICA

 

ALTRE SPECIALIZZAZIONI

 

VARIE

Decalogo etico
Strumentazione
Staff
Gallery fotografica
Dove siamo / Come contattarci

 

La nostra Filosofia
Visite
Esami
Interventi
Urgenze
Prevenzione
Patologie
Consigli

 

Angiologia
Dermatologia
Dietista
Fisioterapia
Psicologia
Urologia

 

NEWS
CORSI
PUBBLICAZIONI
COLLABORAZIONI
EVENTI/CONGRESSI
LINKS


© ORIZZONTI centro medico S.a.s. Tutti i diritti sono riservati. L'utilizzo di questo sito implica l'accettazione delle Condizioni e della Privacy.  Mappa del sito